“Qui a Colonia non c’è solo un made in Italy, ma anche e soprattutto un made in Basilicata che si distingue per qualità e capacità competitiva. Da questo importante appuntamento fieristico sul quale sono puntati gli occhi di tutto il mondo, può aprirsi una nuova pagina per il distretto del mobile imbottito Matera – Montescaglioso più densa di ottimismo e di fiducia per l’immediato futuro”. Lo ha detto oggi l’assessore regionale alle Attività produttive, Vincenzo Folino, nel corso della visita alla fiera Imm, il Salone internazionale del Mobile.

All’importante appuntamento annuale partecipano, ogni anno, circa 1300 espositori provenienti da tutto il mondo e, mediamente, più di centomila visitatori. Un centinaio sono le imprese italiane che quest’anno partecipano alla kermesse fra cui spiccano quelle del distretto del mobile imbottito Matera – Montescaglioso.

“Ho voluto toccare con mano questa importante manifestazione per conoscere da vicino le tendenze ed i nuovi mercati emergenti, ma soprattutto per essere accanto ad alcune fra le più prestigiose imprese del nostro distretto in modo da capire concretamente cosa la Regione può ancora fare per aiutare e sostenere uno dei settori produttivi più importanti del nostro territorio, del Sud e del Paese”.

La Fiera di Colonia, infatti, non è solo un luogo di esposizione, ma è anche e soprattutto un luogo dove si misurano la competitività delle aziende e le loro capacità contrattuali in un quadro internazionale. E attraverso i risultati di questo appuntamento si possono disegnare scenari per l’immediato futuro. I più importanti operatori internazionali del settore arredamento, tra cui architetti, designer, contractor, sono tra i principali visitatori del salone.

“Siamo consapevoli della contrazione dei mercati dovuta, in particolar modo, alla tendenza sfavorevole del cambio euro/dollaro e all’aumento del prezzo del greggio. Ma, a giudicare dalla capacità delle aziende lucane di valorizzare il brand ed i prodotti Made in Italy, ci sono tutte le premesse per riprendere il cammino verso nuovi e significativi traguardi. Il nostro valore aggiunto è determinato, come dimostrato negli stand di Colonia, dalla capacità di coniugare sapienza artigianale e competenza industriale. Bisognerà continuare in questa direzione continuando a investire in ricerca, sviluppo ed innovazione, nella riorganizzazione dei processi produttivi ed in azioni tese a favorire l’accesso al credito mantenendo sempre aperto il dialogo con le istituzioni regionali e nazionali. E’ un lavoro da fare insieme, con il pieno coinvolgimento delle istituzioni e delle parti sociali, a tutto beneficio dei lavoratori e del territorio che in questi anni ha sostenuto la crescita del distretto”.

Da Twitter