Al via la costruzione della rete di gas metano nelle due aree industriali del Materano, Jesce e La Martella. Importanti novità anche per i comuni di Sant’Arcangelo, dove verrà completata la rete di distribuzione, di Roccanova, dove verrà sostenuta la conversione a metano della rete comunale a gpl nonchè la costruzione dell'adduttore che consentirà anche l'allacciamento alla rete al comune di Castronuovo Sant'Andrea, e di Calciano, dove verrà costruita la rete di distribuzione. La Giunta regionale, infatti, su proposta dell’assessore regionale alle Attività produttive, Vincenzo Folino, ha approvato un finanziamento complessivo di 7.433.472,38 rinveniente dal protocollo d’intenti Eni – Regione Basilicata per il completamento del programma regionale di distribuzione del gas metano.

 “Si tratta di una occasione per accrescere la competitività delle imprese e per rafforzare i fattori attrattivi del territorio”, afferma l’assessore Folino. E aggiunge: “L’investimento consentirà di completare la rete di distribuzione nell’area di Jesce collegando il collettore fino alle singole aziende, e, nell’area di La Martella, ad avvicinare l’impianto alle imprese. D’altronde la Regione non poteva non finanziare questa importante infrastruttura al servizio delle imprese che, al termine dei lavori, potranno usufruire di un doppio beneficio: la riduzione della bolletta  energetica e l’uso di una fonte energetica meno impattante sotto il profilo ambientale. Un provvedimento, quello approvato oggi, che si muove in perfetta coerenza con le politiche di sviluppo industriale messe in campo dal Dipartimento regionale alle attività produttive e che dà risposte concrete ai sindaci e alle imprese che si sono insediate o che si stanno per insediare nei due poli produttivi del Materano”.

L’investimento complessivo verrà così ripartito: 629.956,44 al Comune di Sant’Arcangelo; 2.661.798,25 al Comune di Roccanova (979.512,15 per la rete interna e 1.682.286,10 per l’adduttore Roccanova-Castronuovo; 1.138.260,68 al Comune di Calciano; 3.003.457,01 al Consorzio industriale di Matera per le aree industriali di Jesce e La Martella.

 “Tuttavia – conclude l’assessore – siamo consapevoli che i fondi attualmente disponibili non sono sufficienti a completare tutte le richieste e le necessità previste dal Piano per la metanizzazione. Sarà pertanto indispensabile operare scelte che non pregiudichino e  non comportino ritardi nell’attuazione del programma regionale per il quale occorrerà mettere a disposizione nuove risorse economiche  aggiuntive”.

Da Twitter