Incentivare le attività relative alla promozione e commercializzazione del settore turistico; rendere l’offerta adeguata alle evoluzioni della domanda e al prolungamento della stagionalità; favorire il processo di internazionalizzazione in forma aggregata delle piccole e medie imprese turistiche, nonchè l’accesso alle reti di Information and Communication technology (Ict). Sono solo alcuni dei principali obiettivi del “Bando per le attività di promozione e commercializzazione dell’offerta turistica anno 2007” approvato nei giorni scorsi dalla Giunta regionale, su proposta dell’assessore alle Attività produttive, Vincenzo Folino, e pubblicato sul numero odierno del Bollettino ufficiale della Regione . Le risorse messe a disposizione complessivamente ammontano a circa 241 mila euro.

Alle agevolazioni previste dal bando possono accedere consorzi e società consortili tra imprese operanti nel settore del turismo, agenzie di viaggio e tour operator, limitatamente ad iniziative di realizzazione e commercializzazione di pacchetti turistici. “Con questo avviso pubblico – afferma l’assessore Folino – intendiamo migliorare la competitività delle piccole imprese turistiche innanzitutto favorendo le loro aggregazioni, poi attraverso l’introduzione di strumenti promozionali ad alta tecnologia e capaci di rispondere in modo adeguato alle esigenze di un mercato sempre più esigente e sempre più complesso”. In particolare, è ammissibile a contributo l’organizzazione di iniziative in Italia e all’estero dirette alla promozione di contatti con la potenziale domanda turistica come la partecipazione a manifestazioni fieristiche, campagne promo-pubblicitarie, organizzazione di pacchetti e prodotti turistici, creazione e implementazione di mailing list, pubblicazione di deplianti, realizzazione di materiale informativo attraverso l’utilizzo di nuove tecnologie, iniziative di direct marketing, servizi di navette e transfert da e per gli aeroporti pugliesi e campani, introduzione dell’innovazione tecnologica, educational, servizi speciali di accompagnamento. L’investimento previsto non può essere inferiore a 20 mila euro e il contributo massimo concedibile è di 60 mila euro.

Da Twitter