“Con l’incontro di oggi intendiamo proseguire e concretizzare la riflessione avviata nei mesi scorsi con il mondo delle imprese per costruire insieme a loro strumenti più efficaci e moderni di accesso al credito e di sostegno alla produttività rendendoli quanto prima operativi”. Lo ha detto l’assessore regionale alle attività produttive, Vincenzo Folino, nel corso di un incontro al quale hanno partecipato i rappresentanti regionali di Abi, Confindustria, Api, Cna, Confartigianato, Casa Artigiani e Unioncamere.

Nel corso dell’incontro tutte le associazioni di categoria hanno sottolineato la necessità di facilitare l’accesso al credito, anche a breve termine, attraverso strumenti in grado di sostenere le imprese in questo particolare e delicato momento congiunturale influenzato dalla globalizzazione e dalla crisi dei mercati finanziari.

Folino ha anticipato che all’interno della proposta di disegno di legge sulla competitività è prevista la istituzione di un fondo regionale di garanzia che da una parte, attraverso risorse comunitarie, possa sostenere gli investimenti, e dall’altra, attraverso risorse regionali, possa sostenere il capitale circolante delle piccole e medie imprese per la produzione in essere.

L’assessore regionale alle attività produttive, inoltre, ha rimarcato la necessità di chiedere al Governo di costruire un fondo nazionale di garanzia come aiuto di Stato per le grandi imprese del mobile imbottito. “Sul tavolo nazionale – ha aggiunto - occorre anche immaginare eventuali partecipazioni al capitale di rischio delle grandi aziende anche attraverso il coinvolgimento attivo di Invitalia (ex Sviluppo Italia)”.

“Da parte nostra – ha aggiunto Folino – stiamo anche per attestare le risorse, pari a circa 2 milioni di euro, per i consorzi fidi e, su sollecitazione del mondo imprenditoriale, intendiamo aggiornare la missione del fondo regionale di garanzia istituito alcuni anni fa e gestito da Bpmat e da Mediocredito centrale”.

Nel corso dell’incontro il presidente dell’Abi Basilicata, Gianluca Jacobini, ha espresso la massima disponibilità del sistema bancario a venire incontro alle esigenze delle imprese sottolineando, tuttavia, il difficile momento che sta colpendo anche le banche a causa della crisi finanziaria statunitense. “Oggi più che mai – ha detto Iacobini – viviamo un momento di crisi straordinario. E per questa ragione occorrono strumenti straordinari per far incontrare le istituzioni, il mondo delle imprese e il sistema bancario. Siamo disponibili a individuare i migliori strumenti possibili per costruire una relazione migliore con il tessuto produttivo e imprenditoriale lucano. E quelli che la Regione Basilicata intende costruire rappresentano provvedimenti di indubbio interesse per tutti i soggetti coinvolti che potrebbero portare, se realizzati in tempi contenuti, sensibili benefici per il distretto del mobile imbottito”.

Da Twitter