"L'approvazione del disegno di legge sul 'Consolidamento e sviluppo delle attività industriali regionali', avvenuta in un clima di positivo dialogo con l'opposizione, ci offre un nuovo strumento per affrontare in maniera rapida ed efficace la particolare situazione delle aziende si trovano in stato di crisi ma non hanno ancora dimesso l'attività, fissando regole certe per i subentri anche a tutela dei livelli occupazionali". E' quanto ha dichiarato l'assessore alle Attività produttive della Regione Basilicata, Vincenzo Folino, che ringrazia i consiglieri regionali "per i contributi significativi venuti nel dibattito sul ddl, che la Giunta ha ritenuto di recepire nella formulazione definitiva del provvedimento".

"La nuova legge si affianca alle misure per la reindustrializzazione dei siti inattivi ed amplia gli strumenti che abbiamo a disposizione per affrontare le diverse tipologie di crisi industriali", afferma ancora Folino  annunciando che "così come stiamo facendo per il Piano turistico regionale, a breve apriremo il confronto sul pacchetto di provvedimenti che il Dipartimento sta elaborando per rilanciare la competitività delle nostre aree industriali e delle nostre imprese. Provvedimenti che intendiamo discutere, sin dalla fase preliminare,con le forze sociali ed imprenditoriali oltre che con i gruppi consiliari".

"Il pacchetto di provvedimenti sulla competitività - conclude Folino - completa il quadro strategico che vogliamo mettere a disposizione del territorio per aumentare la capacità attrattiva delle nostre aree industriali, poggiando su basi nuove i processi di reindustrializzazione e delineando un quadro di regole e di incentivi in grado di valorizzare al massimo i vantaggi localizzativi dei nostri siti e di attirare nuovi investimenti e produzioni sostenibili e con un alto tasso di innovazione tecnologica".

Da Twitter