Aperto ieri sera il comitato nel quartiere di Poggio Tre Galli. Dalle tematiche inerenti alla città a quelle politiche, Vincenzo Folino ha parlato davanti a un nutrito gruppo di persone. Tra le priorità,  il recupero dei posti di lavoro persi con le crisi industriali, mettendo in campo nuovi strumenti per la reindustrializzazione e favorendo lo sviluppo di nuove attività e di produzioni tecnologicamente avanzate. L’esigenza di riqualificare e rendere vivibile la città, finanziando nuovi spazi di verde attrezzato e programmi di edilizia sociale per le giovani coppie e le famiglie meno abbienti.

Non è mancato il passaggio sulla mobilità: la città di Potenza deve ripensare al sistema di trasporti in un’ottica diversa, programmando gli interventi necessari per decongestionare il traffico del capoluogo che svolge una funzione utile all’intera comunità lucana. Inoltre, è necessario riqualificare l’area industriale di Potenza per consentire l’insediamento di artigiani e piccole-medie imprese.

Le funzioni commerciali vanno distribuite con equilibrio fra centro storico, periferie ed aree attrezzate per il grande commercio. Sull’ospedale San Carlo, Folino ha ribadito la necessità affinchè diventi sempre di più un modello per una sanità che funziona, con l’integrazione fra servizi ospedalieri e medicina del territorio. E ancora, pensare a un grande investimento per realizzare un campus per le scuole superiori nell’area ex Cip Zoo.

Un campus delle scuole superiori e luogo di aggregazione, spazio dedicato ai giovani anche nelle ore di svago per riqualificare una zona strategica per Potenza e il suo hinterland, ma anche stazione per gli autobus extraurbani. Bene i soldi rinvenienti dalle royalties destinati dalla Regione per la crescita dell’ateneo, ma vanno pensati servizi per gli universitari. E infine, ripensare alla partecipazione dei cittadini alla vita politica nei circoli di quartiere, come luoghi di relazioni dove discutere dei problemi e incontrare la gente.

Da Twitter