L'assessore regionale alle Attività produttive, Vincenzo Folino, ha incontrato oggi una delegazione dei lavoratori della Ferrosud e i rappresentanti delle principali organizzazioni sindacali per un esame della vertenza riguardante lo stabilimento materano. I lavoratori, nel corso dell'incontro, hanno ripercorso la storia della Ferrosud che ha visto ridurre il proprio personale da circa 630 a 150 unità. Oggi, dopo l'ultima mobilità, nello stabilimento  di Jesce lavorano 120 persone. Nel 2002 il gruppo Mancini acquistò da Ansaldo Breda (Finmeccanica) lo stabilimento Ferrosud di Matera presentando un piano industriale di sviluppo in sinergia con la Keller elettromeccanica e con la Cometi, aziende controllate sempre dall'imprenditore di Arezzo, Piero Mancini. "Su questo piano industriale non c'è mai stata una verifica così come previsto dall'accordo nazionale sottoscritto dal Governo, da Confindustria e dai sindacati", hanno detto i lavoratori. In particolare, i delegati rsu hanno affermato che "le preoccupazioni sono diventate sempre più forti e pressanti negli ultimi tempi perché dallo scorso mese di ottobre gli stipendi non arrivano più con puntualità, perché da gennaio i lavoratori non possono più effettuare gli straordinari, per l'incerta situazione finanziaria dell'azienda e per le recenti vicende giudiziarie che hanno coinvolto l'imprenditore di Arezzo". I lavoratori hanno pertanto chiesto alla Regione di adoperarsi per conoscere la reale situazione dell'azienda e le reali prospettive della Ferrosud.

L'assessore Folino, nel condividere le preoccupazioni dei lavoratori, ha espresso la necessità di approfondire le problematiche relative alle aziende che operano nel settore ferroviario in Basilicata, per capire in questo quadro se c'è uno spazio di mercato per un rilancio dello stabilimento materano. "In questi mesi - ha detto Folino - abbiamo costruito strumenti normativi che ci consentono di sostenere le imprese attraverso procedure trasparenti e in presenza di piani industriali seri e  condivisi. In questa direzione intendiamo continuare a muoverci anche per la Ferrosud". L'assessore Folino, pertanto, si è impegnato a chiedere un incontro urgente al ministero per lo Sviluppo economico per un esame attento della situazione riguardante il gruppo Mancini e la Ferrosud. I lavoratori, i sindacati e l'assessore Folino torneranno a incontrarsi nei prossimi giorni non appena sarà più chiaro il quadro della Ferrosud e delle imprese ad essa collegate.

Da Twitter