Costruire una nuova fase capace di dare prospettive produttive e occupazionali allo stabilimento Italtractor e alle aziende dell’indotto ad esso collegate. E’ l’impegno assunto dalla Regione Basilicata e dall’azienda nel corso di un incontro, convocato dall’assessore regionale alle Attività produttive, Vincenzo Folino, al quale hanno partecipato il presidente del Ccipl, Giannino Romaniello, Vito Laurenza, responsabile della segreteria tecnica della Task Force Occupazione ed i rappresentanti delle organizzazioni sindacali Fiom Cgil, Fim Cisl, Uilm Uil, della Rsu e di Confindustria.

In particolare, l’assessore Folino, dopo aver verificato la disponibilità dell’azienda a realizzare investimenti per il rilancio del sito produttivo di Potenza, anche attraverso la creazione di un centro di ricerca e di innovazione, ha proposto alle parti un percorso condiviso di governo dell’attuale situazione allo scopo di costruire nuove opportunità di rilancio del sito produttivo.

Tutte le parti, al termine dell’incontro, hanno convenuto sulla necessità di attivare un periodo di 24 mesi di Cassa integrazione guadagni straordinaria per ristrutturazione e riorganizzazione aziendale a partire dal primo aprile 2008 finalizzata al consolidamento dei livelli occupazionali e al rilancio produttivo dello stabilimento di Potenza. Inoltre, tutti i presenti si sono detti d’accordo sulla necessità di mantenere aperta la procedura di mobilità esclusivamente per quei lavoratori che hanno maturato o che matureranno i requisiti per l’accompagnamento alla pensione di anzianità o vecchiaia.

Il confronto in merito al numero e alle modalità di applicazione degli strumenti di sostegno al reddito è stato rinviato a un nuovo tavolo tra le parti che saranno convocate entro i prossimi tre mesi per una verifica dell’intesa sottoscritta oggi.

Da Twitter