Stampa

delegazioneparaguayweb

Lo ha annunciato l'ambasciatore italiano Porcarelli, che ha ricevuto la delegazione lucana guidata dal presidente Folino. Un'intesa fra i governi dell'Italia e del Paraguay consentirà alle persone non iscritte all'Aire di avere la doppia cittandinanza

Una delegazione lucana composta dal presidente del Consiglio regionale Vincenzo Folino, dal presidente della Commissione regionale dei lucani all'estero Antonio Di Sanza, dal funzionario dell'ufficio Promozione della Giunta regionale Rocco Romaniello, dalla presidente dell'associazione dei lucani del Paraguay Carmen Materi e da Anna Giosa del circolo di Asuncion è stata ricevuta ieri, presso la sede dell' Ambasciata Italiana, dall'ambasciatore italiano in Paraguay Pietro Porcarelli.

L'ambasciatore ha espresso il proprio compiacimento per la visita della delegazione lucana in occasione dello svolgimento del secondo "Forum delle donne lucane nel mondo", ed ha espresso il proprio apprezzamento per la Regione Basilicata che ha messo in campo azioni concrete in favore degli oriundi lucani in una realtà particolare come il Paraguay, dove l'azione del Governo italiano è difficile perché la gran parte di questi non sono iscritti all' Aire (Anagrafe degli italiani dei residenti all'estero) e hanno solo la cittadinanza paraguaiana. L'ambasciatore Porcarelli ha informato la delegazione lucana che a breve sarà firmata una intesa tra i due Governi che consentirà concretamente agli oriundi italiani di avere la doppia cittadinanza e il passaporto italiano, ed ha aggiunto che l'associazione dei lucani è molto considerata ad Asuncion anche perché di essa, tra l'altro, fanno parte le famiglie Scavone, Altieri e Oddone che hanno avuto un ruolo importante nella storia economica del Paraguay, e persone di grande valore culturale e sociale come la presidente Carmen Materi, ma anche molto fattiva, che sarà di grande aiuto nell'azione di informazione e di ausilio ai tanti cittadini che certamente chiederanno tale riconoscimento e anche nella organizzazione della presenza del Comites che avrà i suoi rappresentanti anche in Paraguay.

Il presidente della Crle Di Sanza ha sottolineato come anche in altre realtà dell'America Latina ci sono rapporti di collaborazione con i diversi organismi che si occupano di emigrazione.

Il presidente Folino ha ringraziato l'ambasciatore per la considerazione che ha manifestato per la comunità lucana ed ha assicurato la collaborazione dell'associazione e della Regione Basilicata nell'ambito di una relazione positiva con le altre associazioni italiane e con altri organismi istituzionali o associativi operanti nel continente sudamericano "perché a maggior ragione all'estero oltre che in Italia c'e' bisogno di unità e solidarietà al di la delle diverse posizioni politiche".

La missione si è conclusa con un incontro con la comunità lucana di Asuncion nella sede di recente inaugurata con le note dell' arpa del maestro Cesar Cataldo, noto musicista che nel 2010 ha ricevuto il premio riservato ai lucani insigni.