Stampa

sataWeb

(DIRE) Potenza, 1 dic. - "E' una situazione preoccupante e abbiamo gia' visto anche quello che e' successo a Cassino". Cosi' il deputato lucano di Articolo Uno - Mdp, Vincenzo Folino sulla situazione dell'automotive in Italia e in particolare nello stabilimento di San Nicola di Melfi. "Purtroppo - sottolinea Folino alla Dire - non si vede un disegno certo della Fca. A questo si aggiungono poi tutte le dichiarazioni ottimistiche fatte negli anni scorsi da Marchionne e da Renzi che non hanno avuto riscontro nei fatti crea apprensione. Insomma il quadro preoccupa non solo per la grande importanza dello stabilimento di Melfi ma anche perche' c'erano stati dei proclami per il sostegno e il potenziamento dello stesso stabilimento". "L'assenza del Mise su questa vicenda e ancor di piu' l'assenza di una qualunque voce da parte del governo regionale sinceramente preoccupa. Al momento - ricorda il deputato - solo i sindacati hanno sollecitato la questione che invece andrebbe affrontata per riaprire un confronto a livello alto. Noi la settimana scorsa siamo stati davanti ai cancelli della Fca per la questione dell'articolo 18 ma anche per tutto il tema del rilancio delle politiche industriali in Italia. Ora io non penso che la Fiat andra' via da Melfi. Penso pero' che prima di trovarci in uno stato di difficolta' si dovrebbe agire avendo cognizione delle politiche che si vogliono mettere in campo, proprio perche' all'orizzonte ci sono grandi innovazione non possiamo soprattutto nel campo dell'auto uscire fuori dalle dinamiche europee". Oltretutto avverte Folino, "la vicenda di Cassino accadde perche' la produzione scese al 50 per cento rispetto agli obiettivi che erano stati fissati. Se non c'e' quindi una scelta chiara e netta puntando a nuovi modelli di auto poi inevitabilmente si rischiano periodo di grande decadimento. E considerando che in Basilicata non sono rimasti grandi aziende eccetto per qualche presidio dell'agroalimentare si capisce che la Fca a Melfi rimane preminente per tutto il futuro della Basilicata".Tra i prossimi impegni di Mdp c'e' la manifestazione capitolina di domenica. "Sta emergendo con chiarezza la necessita' di dare vita a una formazione progressista che faccia dei principi fondamentali come l'uguaglianza il proprio motivo di vita. Perche' e' del tutto insufficiente l'offerta proposta oggi dal centrosinistra e con Renzi che continua con le sue politiche arroganti. Insomma noi vogliamo intercettare quella richiesta che arriva dal mondo del lavoro, della solidarieta', del welfare per interpretarla in maniera politica seria ed efficace offrendo risposte anche agli ultimi". E su una leadership di Piero Grasso? "E' persona seria, limpida che puo' rappresentare questa nuova forza contro i grandi comunicatori teatranti della politica rappresentati da Berlusconi, Renzi, Grillo, Salvini...". (Sas/ Dire) 13:25 01-12-17 NNNN